GIOVANI E GIORNALISMO
 
A trent’anni dalla morte di Mauro Rostagno, al teatro Biondo di Palermo si sente ancora il suo avvolgente calore.
 
Mercoledì 26 settembre 2018 al teatro Biondo di Palermo è stato organizzato da Giulio Francese, presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dalla nostra referente alla Legalità prof.ssa Claudia Stassi, un incontro per ricordare il giornalista e sociologo Mauro Rostagno, fondatore del movimento politico “Lotta Continua” e della comunità terapeutica “Saman”. I ragazzi della 4H del liceo scientifico “Galileo Galilei”, impegnati nel percorso A.S.L “Web Radio”, hanno realizzato le riprese, sostenute dal loro tutor Danilo Sulis.
Dopo il saluto di benvenuto della preside del liceo scientifico “G.Galilei” , prof.ssa Rosa Maria Rizzo,e la presentazione degli ospiti presenti, gli studenti hanno messo in scena uno spettacolo “Mauro Rostagno,un uomo vestito di bianco”, per ricordare la grande figura di Mauro rappresentando gli eventi più importanti della sua intera vita e carriera.
Lo spettacolo, con la regia di Adriana Castellucci che ha basato il copione su interviste e reali fonti su Mauro Rostagno, e con la coordinazione didattica della prof.ssa Elisa La Scala, è stato molto apprezzato e seguito dagli studenti di diverse scuole di Palermo, ospiti al teatro Biondo grazie ai finanziamenti del Comune della loro città.
Altrettanto seguito ed apprezzato è stato il successivo convegno al quale hanno partecipato il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, Leone Zingales , Salvo Palazzolo, Carlo Verna, Andrea Tuttoilmondo, Claudio Fava, Alessandro Galimberti, Alberto Cicero e Roberto Ginex. 
Salvo Palazzolo, il primo a prendere parola, ha sostenuto che ci sono ancora molti “Buchi neri” sul caso della morte di Mauro Rostagno, dal momento che durante la ricerca delle prime prove ci furono diversi depistaggi e sicuramente anche corruzioni.
Il sindaco di Palermo ha definito il sociologo un eroe, che con onore scelse di essere Siciliano, nonostante la definizione di “eroe” non sia stata sempre condivisa dai presenti in sala che considerano l’eroismo una voce simile all’ordinaria normalità.
L’evento è terminato con un caloroso applauso da parte di docenti e studenti, certi di avere trascorso una giornata didattica in un clima in cui la Comunicazione e la Legalità sono state protagoniste.
 
Classi 4H e 4L, a.s 2018/2019
 
Vai all'inizio della pagina